Cronaca Italia

Imperia, il testamento dell’avv. Musso: i milioni ai figli… ma quando avranno 80 anni

Imperia, il testamento dell'avv. Musso: i milioni ai figli... ma quando avranno 80 anni

Imperia, il testamento dell’avv. Musso: i milioni ai figli… ma quando avranno 80 anni

ROMA – Imperia, il testamento dell’avv. Musso: i milioni ai figli… ma quando avranno 80 anni. L’avvocato Arcangelo Musso, un’autorità nel foro di Imperia, ha lasciato un testamento che fa parlare tutta la città ma ha ammutolito i suoi due figli, Emilia e Lorenza. Al notaio Alessandro Mari ha affidato disposizioni testamentarie che assegnano in eredità ai figli il ricco lascito, un patrimonio di milioni di euro più case, terreni, magazzini. Più una clausola temporale: Emilia e Lorenzo potranno beneficiarne solo fra 30 anni.

Quando cioè saranno davvero cresciuti e avranno raggiunto la maturità necessaria a gestire quel patrimonio, e cioè a 80 anni. Odioso paternalismo fuori tempo massimo di un professionista di inflessibile austerità, oppure sfiducia totale e irrimediabile nella sua indegna prole? Sul Secolo XIX apprendiamo qualche indizio rivelatore.

Un testamento beffa per i figli Emilia e Lorenzo, quest’ultimo pecora nera della famiglia, condannato e poi assolto per l’omicidio dell’antiquaria di Genova Maria Sconfienza e poi organizzatore di un tentato rapimento a Poggi, ai danni di una sua ex compagna di studi proprietaria di un «tesoro» immobiliare. (Maurizio Vezzaro, Il Secolo XIX)

Nel frattempo che i figli diseredati a metà (il resto di una vita) meditano sulla loro triste e curiosa sorte, sarà la collega di studio di Arcangelo, l’avvocato Francesca Rolfo a gestire proprietà e investimenti. Tra le righe del testamento si intuisce che sarà lei a vigilare su Emilia e Lorenzo, e a foraggiarli.

 

To Top