Blitz quotidiano
powered by aruba

Impiccano cane: taglia 20 mila euro a chi dà notizie

L'ennesimo episodio di violenza su un cane randagio è accaduto a Serra San Bruno, in provincia di Vibo Valentia

CATANZARO – Hanno tentato di uccidere un cane impiccandolo con un filo di ferro legato alla ringhiera del sottoscala di un edificio disabitato a Serra San Bruno, piccolo paese in provincia di Vibo Valentia. Ora sono ricercati dalla Aidaa, l’Associazione italiana difesa degli animali e dell’ambiente, che ha anche messo una taglia su questi criminali: 20mila euro.

Questa è la somma che andrà, si legge in un comunicato della stessa Associazione, a chiunque “aiuterà ad identificare, denunciare e far condannare il responsabile o i responsabili della tentata impiccagione di un cane avvenuta ieri a Serra San Bruno in provincia di Vibo Valentia”.

E’ stato un passante a salvare la vita al cane randagio che qualcuno ha tentato di impiccare, lasciandolo penzolare con un fil di ferro legato alla ringhiera di un sottoscala. Ad attirare l’attenzione del passante i guaiti dell’animale. Il cane, che sarà ricoverato in un centro specializzato, ora è affidato ad un gruppo di volontari.

Non è la prima volta che succede una cosa del genere e che l’Associazione animalista mette una taglia su chi la commette. Oltre un anno fa, nel settembre del 2014, nella provincia di Messina venne trovato un cane impiccato ad un albero nel bosco di Monforte San Giorgio. Anche in quel caso l’Aidaa promise una taglia di 10mila euro a chiunque avesse fornito informazioni riguardo agli autori del gesto.