Cronaca Italia

Impresa di pulizie con 170 lavoratori in nero: nascosti al fisco ricavi per 4mln di euro

Impresa di pulizie con 170 lavoratori in nero: nascosti al fisco ricavi per 4mln di euro

Impresa di pulizie con 170 lavoratori in nero: nascosti al fisco ricavi per 4mln di euro

TREVISO – Una impresa di pulizie lavorava con 170 dipendenti a nero e ha nascosto al fisco ben 4 milioni di euro di ricavi. La Guardia di Finanza però ha scoperto l’evasione dell’azienda, ma soprattutto la completa assenza di dichiarazioni fiscali, anche se nelle mail del titolare dell’impresa sono stati individuati i clienti.

Il quotidiano Il Gazzettino scrive che la ditta era qualificata come settore delle pulizia, ma in realtà fungeva da agenzia di somministrazione di lavoro in modo abusivo:

“I finanzieri, analizzando la banca dati in loro dotazione, hanno appurato la completa assenza di dichiarazioni fiscali da parte dell’imprenditore e poi hanno riscontrato che venivano inviate mail a potenziali clienti, presentando la ditta quale «specializzata nella fornitura di personale a tempo determinato», e che in tale veste veniva procurata la manodopera necessaria ad imprese, operanti prevalentemente nel settore turistico-alberghiero ed in quello metalmeccanico.

I lavoratori venivano reperiti attraverso annunci pubblicati su vari siti internet, quindi forniti ed impiegati completamente in nero, senza essere assunti da nessuno. Per l’impiego di oltre 170 lavoratori «in nero» sono state rilevate ritenute non operate e non versate superiori a 120.000 euro”.

To Top