Cronaca Italia

Incendi: a luglio bruciata un’area grande come 70mila campi da calcio

Incendi: a luglio bruciata un'area grande come 70mila campi da calcio

Incendi: a luglio bruciata un’area grande come 70mila campi da calcio

ROMA – Incendi: a luglio bruciata un’area grande come 70mila campi da calcio. Dall’inizio di luglio in Italia gli incendi hanno mandato in fumo 51.217 ettari di terreno, un’area grande come 71.732 campi da calcio. A fornire il dato, aggiornato al 22 luglio, è l’European Forest Fire Information System (Effis) della Commissione Europea, che evidenzia un rallentamento nei roghi nella terza settimana del mese rispetto al picco di quella precedente.

In base ai rilevamenti, infatti, dal 15 al 22 luglio le fiamme hanno coinvolto 10mila ettari, a fronte di poco meno di 34mila ettari della settimana 8-15 luglio. Dall’inizio dell’anno al 22 luglio, nella Penisola sono bruciati 68.213 ettari, un’area due volte e mezzo più grande di quella andata a fuoco in tutto il 2016, pari a 27mila ettari.

Sempre dall’inizio dell’anno si sono registrati 356 incendi di grandi dimensioni (oltre i 30 ettari), di cui 265 si sono verificati nelle prime tre settimane di luglio. Anche sul numero di incendi si riscontra un rallentamento: dal 15 al 22 luglio sono stati 50 contro i 160 dall’8 al 15 luglio.

Fiamme nella notte in Gallura, 100 turisti evacuati. Un vasto incendio, di probabile origine dolosa, è scoppiato la notte scorsa a Porto Pozzo, frazione turistica alle porte di Santa Teresa Gallura, con oltre 100 persone fuggite dai loro appartamenti in cerca di aiuto. Fortunatamente non si è registrato nessun ferito e l’incendio è stato domato intorno alle 5 di questa mattina. Il fuoco è partito da una pineta nei pressi della Statale 133 bis, che collega Palau con Santa Teresa Gallura, dirigendosi immediatamente verso le case.

L’incendio ha attaccato prima il residence-condominio Thomas, un piccolo centro commerciale, quindi l’hotel Frassetto, struttura da 20 camere e altre abitazioni, passando dietro l’asilo, interessando poi altri condomini. L’incendio ha raggiunto anche gli infissi di alcune abitazioni più vicine al rogo. Le fiamme sono divampate intorno alle 1,30 di notte e sono state necessarie circa 3 ore e mezzo per domarle. Intorno alle 5,30 di questa mattina l’area era stata completamente bonificata.

Brucia il Gargano, distrutti ettari bosco e macchia. L’incendio sprigionatosi ieri in agro di Peschici ha continuato la sua opera di distruzione per tutta la notte, bruciando ettari di bosco e macchia mediterranea. Il forte vento caldo ha complicato le operazioni di spegnimento da parte dei vigili del fuoco e di quanti si sono prodigati per arginare le fiamme che si sono progressivamente spostate, interessando, al momento, soprattutto l’agro di Vieste, in località Mandrione. Tutte le squadre di vigili del fuoco a disposizione sono impegnate nell’opera di spegnimento delle fiamme e sulla zona si sono portati anche due Canadair per effettuare i lanci di acqua e liquido ritardante.

To Top