Blitz quotidiano
powered by aruba

Incidente in A27: trovato con coltello conficcato nel petto

TREVISO – La sua auto è finita fuori strada nell’incidente avvenuto sull’autostrada A27 Mestre-Belluno. L’uomo, un meccanico di 30 anni, è stato soccorso e trovato con un coltello conficcato nel petto. Un giallo che resta senza risposta in attesa che l’uomo, ricoverato all’ospedale di Cà Foncello, si risvegli e risponda alle domande. Le ipotesi al vaglio degli investigatori sono due: che il giovane si sia ferito da solo prima dello schianto, o che il coltello si sia conficcato nel petto durante l’urto col guard rail.

Il Gazzettino scrive che nonostante il coltello e l’incidente, il meccanico originario di Treviso è ancora vivo e gli investigatori cercano di sciogliere il giallo:

“Gli investigatori escludono completamente che il 30enne possa essere stato accoltellato da qualcuno e sono certi che questi fosse solo in macchina. Per fugare ogni dubbio si attende il responso del referto medico del pronto soccorso del Cà Foncello che dovrebbe definitivamente chiarire la natura dei fendenti. Le ipotesi investigative sono per ora due: un ferimento con il coltello dovuto all’incidente (nell’urto con il guard rail) o un atto di autolesionismo volontario di poco precedente allo schianto. Ciò che lascia senza dubbio più perplessi è l’orario in cui l’automobilista è entrato in autostrada, varcando il casello di Preganziol, sul Passante: erano circa le 8.10. L’incidente però avverrà almeno 40 minuti dopo. Dove si è fermato il meccanico in questo lungo lasso di tempo? È una delle tante domande a cui il 30enne sarà chiamato a rispondere non appena ne avrà la possibilità”.


PER SAPERNE DI PIU'