Blitz quotidiano
powered by aruba

Incidente vicino a Mantova. Colpo di sonno, Giulia Atlante muore a 21 anni

MANTOVA – Incidente mortale nella notte tra sabato e domenica. Giulia Atlante, 21 anni, rientrava in auto da una festa di compleanno quando, forse per un colpo di sonno, ha perso il controllo della propria auto, che è uscita di strada ed è finita in un fossato. I genitori e il ragazzo l’hanno cercata tutta la notte, fino a che, domenica mattina, proprio il fidanzato ha trovato l’auto e il corpo della sua ragazza.

L’incidente è avvenuto lungo la provinciale che collega Suzzara a Motteggiana, in provincia di Mantova. Giulia Atlante, studentessa dell’Università di Verona residente a Polesine di Pegognaga, stava tornando dalla festa di compleanno di un’amica a Rivalta sul Mincio quando ha perso il controllo dell’auto in un punto in cui la strada traccia una semicurva.

La sua Punto è finita nel fossato laterale e si è schiantata contro un ponticello in cemento. Molto probabilmente la ragazza è morta sul colpo.

I genitori, non vedendola rientrare a casa, sono usciti a cercarla con la loro auto e hanno ripercorso più volte quel tratto, invano. A quel punto hanno chiamato il fidanzato, che si è unito alle ricerche. E ad un certo punto ha visto l’auto della sua ragazza distrutta, soprattutto dal lato del guidatore. Per Giulia non c’era più nulla da fare.

Nel punto in cui l’auto è uscita di strada non ci sono segni di frenata: l’ipotesi più probabile è quella di un fatale colpo di sonno al volante.

 

 


PER SAPERNE DI PIU'