Blitz quotidiano
powered by aruba

Incidenti stradali, classifica province: le più pericolose..

Incidenti stradali: classifica province per mortalità. Le più pericolose sono Foggia, Carbonia-Iglesias e Belluno. Le più sicure La Spezia, Enna, Agrigento.

ROMA – Incidenti stradali: la classifica delle province più pericolose dice che nel 2014 il primato spetta a Foggia.  L’indice di mortalità stradale si ricava dal rapporto tra vittime della strada e veicoli circolanti.

Nella provincia pugliese in quell’anno sono stati registrati 13,2 morti in incidenti per ogni 100 mila veicoli (la media nazionale è di circa 7 ogni 100mila). Seguono Carbonia-Iglesias, Belluno, Pordenone e Vercelli. La classifica è stata stilata da Lorenzo Bodrero sul Corriere della Sera in base ai dati dell’Istat. Un po’ a sorpresa (per via dei luoghi comuni sul mancato rispetto delle regole, etc.), Napoli è tra le province più sicure, almeno sulle strade.

Ecco la Top Ten delle province con le strade più pericolose (tra parentesi il numero delle vittime ogni 100mila veicoli):

  1. Foggia (13,2)
  2. Carbonia-Iglesias (12,9)
  3. Belluno (12,4)
  4. Pordenone (11,3)
  5. Vercelli (11,3)
  6. Piacenza (11)
  7. Latina (11)
  8. Crotone (11)
  9. Udine (10,9)
  10. Ravenna (10,8)

Queste invece le dieci province che hanno fatto registrare meno incidenti mortali nel 2014:

  • La Spezia (2,2)
  • Enna (2,3)
  • Agrigento (2,5)
  • Monza e Brianza (3,1)
  • Savona (3,4)
  • Lodi (3,6)
  • Catanzaro (3,8)
  • Napoli (4,1)
  • Olbia-Tempio (4,2)
  • Ascoli Piceno (4,3)

Scrive Bodrero:

Per il 2014 il bollino rosso va, dunque, alla provincia di Foggia con 13,2 vittime ogni cento mila veicoli. «È un dato significativo che però non tiene conto dell’ampia rete stradale della provincia di Foggia che raggiunge i tre mila chilometri», afferma il consigliere provinciale con delega ai lavori pubblici, Pasquale Russo. Il quale prosegue: «Le risorse a disposizione sono sempre meno, gli stanziamenti dello Stato ben inferiori alle reali necessità, di questo passo ci troveremo costretti a chiudere le strade provinciali meno sicure». Il messaggio di Russo è indirizzato a Roma, «dove le istituzioni prendono dei provvedimenti senza però curarsi delle conseguenze (la riforma Delrio, ndr), noi facciamo il possibile con le risorse a disposizione».

Alla provincia di Foggia seguono, nella classifica delle più pericolose, Carbonia-Iglesias (12,9) e Belluno (12,4). Tutte ben al di sopra della media nazionale che si assesta a sette morti ogni cento mila immatricolazioni. Delle sei province a più alta densità di automezzi, ovvero superiore al milione di unità, risultano due dati inaspettati: il primato di provincia meno pericolosa spetta infatti a Napoli (4,1 vittime ogni cento mila veicoli), seguita da Milano (4,4), Catania (5,6), Torino (5,8) e Roma (7), mentre quella a più alto rischio è Brescia (9,1).


PER SAPERNE DI PIU'