Blitz quotidiano
powered by aruba

Incidenti sulla A16: auto fuori strada, costone che si stacca…

AVELLINO – Giornata di incidenti giovedì 9 giugno sulla autostrada A16. Complice anche il forte maltempo sono stati diversi gli scontri, che per fortuna hanno provocato solo quattro feriti ed un bambino impaurito ma illeso, oltre al dilavamento di un costone lungo la carreggiata.

La giornata, riferisce il Mattino, è iniziata con un incidente al chilometro 20 della A16, all’altezza dello svincolo autostradale di Tufino, a pochi chilometri da Baiano.

Qui, spiega il quotidiano di Napoli,

per cause da accertare una utilitaria guidata da un 30enne di Napoli si è prima scontrata con un furgone di segnalazione di cantiere mobile e poi, dopo una serie di teste coda, si è incastrata sotto un tir proveniente dalla Turchia. La buona sorte ha assistito l’automobilista, uscito solo con qualche escoriazione su tutto il corpo ed in comprensibile stato di choc. Il giovane è stato letteralmente salvato dalla cintura di sicurezza bene allacciata e dalla posizione dei veicolo incastratosi dal lato passeggeri. Ma a pesare sul sinistro, stando ad una prima ricostruzione, sarebbe stata una fatale distrazione. Probabilmente l’uomo era al cellulare mentre procedeva a velocità sostenuta e non si sarebbe accorto del furgone pur regolarmente segnalato.

In serata c’è stato un altro incidente allo svincolo di Avellino Est, dopo che una Suzuki con due donne anziane e una mamma con il figlioletto di tre anni è finita prima contro un guard rail e poi si è ribaltata su se stessa. Nessuna delle donne è in condizioni gravi, così come il bimbo, messo in salvo illeso dalle lamiere.

L’intervento è avvenuto quando i poliziotti stavano ritornando presso il distaccamento dopo essere intervenuti a Baiano. Qui, al chilometro 28, un costone che costeggia la A16 ha ceduto facendo finire sulla corsia la terra dei noccioleti che si affacciano sull’autostrada. Il fango ha leggermente danneggiato un mezzo industriale ma non si sono registrati altri danni o feriti. La rimozione dei detriti è durata all’incirca quarantacinque minuti dopo i quali la situazione è tornata alla normalità.


PER SAPERNE DI PIU'