Blitz quotidiano
powered by aruba

Infarto su campo tennis: Luigino Fusaro si accascia e muore

TREVISO – Luigino Fusaro stava giocando a tennis con un amico quando è stato colto da un infarto. Il malore ha colpito l’uomo di 64 anni in uno dei campi del Tennis Club Mogliano nel pomeriggio del 4 aprile. L’uomo, un tecnico radiologo in pensione, si è accasciato in campo per un infarto e subito sono stati allertati i soccorsi, ma per lui non c’è stato nulla da fare. Fusaro è deceduto per l’attacco cardiaco nonostante i tentativi di rianimazione.

Rubina Bon sul quotidiano La Tribuna di Treviso scrive che l’uomo è stato stroncato da un infarto mentre palleggiava con un amico al campo da tennis e che inutili sono stati i 45 minuti di tentativi di rianimazione:

“A raccontare la tragedia è Dario Pamitsch, gestore del Tennis Club: «Luigino e il suo compagno stavano palleggiando in campo. All’improvviso, Marcello ha visto il compagno stramazzare. Sul campo a fianco c’era Giovanni Barolo, un nostro istruttore di primo livello che aveva appena fatto il corso promosso dal Comune per l’utilizzo del defibrillatore».

Attorno al pensionato tennista si è immediatamente radunato un gruppetto di persone, sin da subito si è capito che la situazione era drammatica e che non c’era tempo da perdere. C’è chi è corso in sede a prendere il defibrillatore semiautomatico, chi ha cercato come poteva di stare accanto a Fusaro che non ha mai ripreso conoscenza. Sono iniziati i tentativi di rianimazione utilizzando il defibrillatore e praticando al sessantaquattrenne le manovre per far ripartire il cuore. Intanto è partita la chiamata al centralino del Suem 118 di Treviso, con l’operatore che ha guidato in diretta i soccorritori sul campo da tennis mentre in via Colelli è stata inviata l’ambulanza.

Ad alternarsi con le manovre di rianimazione, dimostrando un eccezionale sangue freddo, c’erano l’istruttore del tennis e alcuni persone del Rugby Mogliano, tra cui il fisioterapista della squadra, che si trovavano al campo di fronte al Tennis Club. Quando è arrivata l’ambulanza, le manovre sono proseguite con dal personale di Treviso Emergenza. Dopo 45 minuti, nonostante i tentativi disperati, il medico ha dichiarato il decesso di Fusaro. Il corpo del tennista, ancora in campo, è stato coperto con un lenzuolo bianco. Nel frattempo sono arrivati i carabinieri di Mogliano ed i familiari della vittima, straziati dal dolore. Verso le 20.15 il corpo del pensionato è stato portato in obitorio dalle onoranze funebri, mentre i testimoni sono stati sentiti dai militari per le formalità di rito.

Sotto choc i vertici del Tennis Club: la struttura ha chiuso i battenti in anticipo. «Luigino aveva iniziato a giocare a tennis da circa due anni e stava bene, tutti i nostri tesserati hanno il certificato medico non agonistico», chiarisce Pamitsch. «Abbiamo fatto davvero tutto il possibile», aggiunge Leopoldo Arcari, presidente del Tennis Club, «È la prima volta che succede una simile tragedia in 46 anni»”.


PER SAPERNE DI PIU'