Blitz quotidiano
powered by aruba

Influenza, prima vittima in Puglia: non era vaccinata

LECCE – Una donna salentina di 58 anni è la prima vittima dell’influenza in Puglia. La donna, che soffriva di insufficienza renale cronica e che aveva subito anche il trapianto di un rene, era considerata un soggetto a rischio, ma nonostante questo non si era vaccinata.

E’ risultata positiva al virus H1n1. La notizia è riportata dall’edizione pugliese del quotidiano la Repubblica. Da quattro giorni era ricoverata all’ospedale civile Panico di Tricase, in provincia di Lecce, dove è morta per insufficienza respiratoria.

Eppure la diffusione del virus influenzale in Puglia è stata finora molto più blanda rispetto allo scorso. Nella prima settimana del 2016 il tasso di morbosità per sindrome influenzale non ha raggiunto neanche l’1 per mille ma si è fermato allo 0,95 mentre nello stesso periodo dell’anno scorso, era già a 6 su mille.

Proprio per questo, i soggetti più a rischio sono ancora in tempo per vaccinarsi. Ma è bene affrettarsi: il consiglio per chi è affetto da malattie croniche, metaboliche, autoimmuni o tumori, è di provvedere entro 4 o 5 giorni. Importante è vaccinarsi anche contro lo pneumococco, responsabile di polmoniti e meningiti.