Blitz quotidiano
powered by aruba

Investito da treno per salvare il cane: morti entrambi

RIMINI – E’ morto travolto da un treno mentre correva dietro al suo cane, nel tentativo disperato di salvarlo. Nulla da fare né per l’uomo né per l’amico a quattro zampe, entrambi investiti e uccisi dal convoglio in transito. E’ successo giovedì pomeriggio a Bellaria-Igea Marina, in provincia di Rimini, in prossimità del passaggio a livello di via Trau.

Secondo una prima ricostruzione di carabinieri e polizia ferroviaria l’uomo, Marco Frangipani di 33 anni, stava cercando di recuperare i suoi due cani scappati dal cortile di casa: il giovane che abitava poco lontano dal passaggio a livello in via Trau a Bellaria è uscito di corsa in strada per rincorrere i suoi due cani scappati lungo i binari con passaggio a livello chiuso.

Il ragazzo – secondo il racconto di alcuni testimoni ai carabinieri di Bellaria – avrebbe percorso qualche metro lungo i binari prima di raggiungere e prendere in braccio uno dei due cuccioli. Quando però si è voltato per tornare sui suoi passi, il 33enne è stato travolto dal treno in corsa insieme al suo animale, mentre l’altro si è salvato. Sul posto oltre ai carabinieri sono intervenuti anche gli agenti della Polfer e ovviamente il convoglio si è fermato. Ad arrivare per prima sul luogo dell’incidente la sorella del ragazzo che poi ha avvertito i genitori.

La notizia fa il paio con un altro dramma, consumatosi questa mattina alla stazione Certosa di Milano, dove una ragazza, Lisa Digrisolo, è stata travolta e uccisa da un treno Frecciarossa mentre attraversava i binari c0n gli auricolari. La fretta, unita alla musica nelle orecchie, potrebbe essere alla base della disgrazia: la ragazza non avrebbe visto il treno in movimento sui binari.

La giovane vittima era una studentessa di design e stava andando a scuola. Aveva iniziato una promettente carriera da modella. L’incidente richiama quello – dall’esito non tragico, fortunatamente – avvenuto qualche settimana fa, sempre a Milano, in piazza Duca d’Aosta, dove una ballerina della Scala che era al telefono non si è accorta del tram che stava arrivando. La ragazza si è sporta dal marciapiede ed è stata urtata da un tram in arrivo della linea 5. L’impatto le ha provocato delle fratture al massiccio facciale, cioè la parte inferiore e anteriore del cranio.