Blitz quotidiano
powered by aruba

Isabella Noventa, Debora Sorgato e il tesoretto nascosto…

PADOVA – Ben 124mila euro in contanti erano nascosti nella casa di Debora Sorgato. Un vero e proprio tesoretto che sarebbe stato accumulato dalla donna e dal fratello Freddy Sorgato, accusati insieme a Manuela Cacco dell’omicidio di Isabella Noventa, con attività illecite e in particolare da truffe di alto livello. La Guardia di Finanza nei prossimi giorni depositerà la relazione sugli accertamenti patrimoniali eseguiti sulle attività dei fratelli Sorgato, in cui in particolare Debora Sorgato avrebbe gestito ingenti somme di denaro provento di reati, scrive Luca Ingegneri su Il Gazzettino.

Gli inquirenti hanno perquisito la casa dei fratelli Sorgato e nell’armadio che la donna condivideva con il compagno hanno rinvenuto due pistole e un ingente quantità di denaro in contanti, che sarebbe proprio il frutto di truffe ad alto livello che lei e il fratello Freddy avrebbero compiuto in complicità e che farebbero capo alla Maison Srl, società di cui l’autotrasportatore è titolare.

Intanto le ricerche del corpo di Isabella Noventa, che sarebbe stato gettato nel fiume Brenta, proseguono ma le speranze di ritrovarlo sono sempre più basse. I tre arrestati, che sono accusati di omicidio premeditato in concorso, non hanno ancora confessato il delitto ma hanno fornito delle ammissioni parziali. Proprio secondo tali ammissioni, gli inquirenti ritengono che il corpo della segretaria di Albisegnago sarebbe stato gettato nel Brenta almeno un paio di chilometri a nord rispetto alla villetta di Freddy Sorgato, motivo per cui le ricerche del cadavere sono state concentrate nell’area compresa tra Ponte di Brenta e Busa di Vigonza.

Immagine 1 di 8
  • Isabella Noventa, investigatore di Freddy Sorgato: "Morboso"
Immagine 1 di 8

PER SAPERNE DI PIU'