Blitz quotidiano
powered by aruba

Isabella Noventa, Freddy Sorgato cambia versione: “L’ho buttata…”

PADOVA – Isabella Noventa? Non è finita nel Brenta ma “buttata in un cassonetto”. E’ quello che avrebbe detto Freddy Sorgato a un compagno di cella. Ne parla il Gazzettino:

C’è un nuovo colpo di scena nel delitto di Isabella Noventa. Il ballerino Freddy Sorgato ha cambiato la sua versione dei fatti in merito all’occultamento del corpo della segretaria di 55 anni di Albignasego in provincia di Padova. L’autotrasportatore di 45 anni, davanti agli inquirenti, aveva raccontato di avere gettato il cadavere di Isabella nelle fredde e profonde acque del Brenta, non lontano dalla villa di Noventa Padovana. Ma, dietro alle sbarre del Due Palazzi, Freddy avrebbe spifferato al suo compagno di cella su come si è sbarazzato del corpo della segretaria. «L’ho buttata in un cassonetto per i rifiuti», ha dichiarato al detenuto. E poi, spavaldo e per nulla intimorito dal carcere, ha aggiunto: «Se quel sommozzatore avesse mangiato di meno, non sarebbe rimasto incastrato nella chiusa».

L’ultima versione di Freddy sembra ancora più inverosimile perché se la corrente può portare via e rendere irrintracciabile un corpo buttato in un fiume, lo stesso non si può dire per un cassonetto. Sulla fine della segretaria, uccisa il 15 gennaio scorso in circostanze ancora da chiarire, la più “loquace” è sempre stata la tabaccaia Manuela Cacco, anche lei in carcere. Il suo avvocato aveva spiegato:

“Manuela Cacco ha sempre sostenuto di essere completamente estranea all’ideazione dell’omicidio di Isabella. Manuela ha sempre spiegato che Debora Sorgato gli ha riferito che Isabella dopo essere stata uccisa sarebbe stata gettata nel fiume Brenta dal fratello Freddy”.