Blitz quotidiano
powered by aruba

Isis, fermati a Benevento due giovani pachistani

BENEVENTO – Due giovani di origine pakistana, di poco più di vent’anni, sono stati fermati a Benevento perché sospettati di essere simpatizzanti dell‘Isis. Nel loro appartamento in piazza Roma, nel centro della città, gli agenti della Digos hanno trovato video e foto inneggianti all’Isis.

I due giovani pakistani abitavano in un appartamento residenziale al centro della città di Benevento insieme ad altri otto extracomunitari. I due erano finiti al centro di una complessa inchiesta sul terrorismo internazionale condotta dall’antiterrorismo di Roma e dalla Digos di Benevento.

Entrambi erano da tempo tenuti sotto controllo nelle loro connessioni Internet ed attraverso l’esame dei tabulati telefonici. Il materiale video e fotografico inneggianti alla “Jihad” è stato trovato dalla polizia nell’appartamento che occupavano insieme ad altri otto immigrati nel centro di Benevento.

I due saranno espulsi con provvedimento del ministro dell’Interno. Avevano presentato la domanda per ottenere la protezione internazionale ed erano in attesa della risposta dalla Commissione territoriale, come gli altri pakistani con cui condividevano l’appartamento nel centro di Benevento. E sono stati proprio gli altri ragazzi, dopo che i due hanno cominciato ad assumere posizioni sempre più radicali e vicine allo Stato Islamico, a segnalare agli investigatori i due.

Quando gli uomini della Digos sono andati a fare la perquisizione nell’appartamento, hanno trovato sui loro telefonini diverso materiale di propaganda dell’Isis anche se, dai primi accertamenti, nessuno dei due avrebbe avuto contatti diretti con soggetti presenti in Siria e Iraq.