Cronaca Italia

Ivan Panella, choc anafilattico dopo la puntura di una ape: salvato da un poliziotto

Ivan Panello, choc anafilattico dopo la puntura di una ape: salvato da un poliziotto

Ivan Panello, choc anafilattico dopo la puntura di una ape: salvato da un poliziotto

TEGLIO (SONDRIO) – Salvato grazie al tempismo di un poliziotto. Ivan Panella, 42 anni, di San Giacomo di Teglio (Sondrio) è finito in choc anafilattico, e forse sarebbe morto se un agente non fosse intervenuto.

E’ successo tutto poco dopo le 14 di lunedì, racconta Il Giorno. Quando Ivan è stato colpito dallo choc anafilattico in seguito ad una puntura di api si trovava insieme al padre. Questi, in auto è riuscito a fermare una vettura della polizia stradale che in quel momento stava passando sulla statale 38, all’altezza di Teglio.

A bordo dell’auto della polizia c’era anche Luca Della Cristina che, oltre ad essere un poliziotto, è un operatore del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico con certificazione di primo soccorso rilasciata dal 118.

Della Cristina ha compreso subito la gravità della situazione: Ivan Panella non rispondeva agli stimoli, sudava freddo, era pallido e tachicardico e aveva le convulsioni. L’agente, però, non si è fatto prendere dal panico, spiega il quotidiano lombardo:

dopo aver allertato la Centrale operativa 118 di Bergamo, ha deciso di scortare a sirene l’auto dei due tellini fino all’ospedale di Sondrio, così da riuscire ad affidare prima possibile alle cure dei medici Ivan Panella. Nonostante il traffico intenso, la pattuglia della Polstrada si è fatta strada tra le auto per 15 chilometri permettendo alla vettura con a bordo l’uomo in condizioni critiche di raggiungere l’ospedale il prima possibile. Una decisione che si è rivelata decisiva: il 42enne, infatti, è arrivato in ospedale in tempo utile affinché i medici riuscissero a salvargli la vita. Ivan Panella ora sta meglio.

To Top