Cronaca Italia

Janki Gandolfi, miss vicentina condannata a 8 mesi: maltrattava la mamma

Janki Gandolfi, miss vicentina condannata a 8 mesi: maltrattava la mamma

Janki Gandolfi, miss vicentina condannata a 8 mesi: maltrattava la mamma

VICENZA – Botte, insulti, richieste continue di soldi. Per la mamma di Janki Gandolfi, nota miss vicentina, la vita domestica era diventata un vero inferno. Per questo la figlia dovrà ora scontare 8 mesi e 20 giorni di carcere. L’anno scorso le aveva chiesto scusa, ammettendo le sue colpe: “Con mia madre ho sbagliato, lei mi ha sempre voluto bene, così come ai miei figli, per questo le chiedo perdono per quello che le ho fatto e per le sofferenze che ha patito per colpa mia”. Ma non è bastato ad evitarle una condanna per maltrattamenti in famiglia. L’accusa aveva chiesto un anno, la difesa invece sperava nell’assoluzione.

Era stata la mamma a denunciarla dopo che la convivenza con lei era diventata impossibile. Come racconta la donna al Giornale di Vicenza:

“Io e mio marito abbiamo sempre cercato di aiutarla, ciò nonostante è sempre stata ribelle e aggressiva”.

Quando il padre morì anni fa, la madre si è trovata ad affrontare da sola le angherie di quella figlia un po’ troppo ribelle. Riporta ancora Il Giornale di Vicenza:

Il loro rapporto parve rasserenarsi nell’autunno 2014, quando la figlia le chiese di ospitarla. “Da allora non se n’è più andata di casa – spiegò agli investigatori la vittima, tutelata dall’avv. Luisa Fiorentino, che non si è costituita parte civile – e per i primi mesi la convivenza era stata normale, tranquilla”.

Ma nell’estate 2015 Gandolfi cambiò atteggiamento: aggressioni, botte, insulti, richieste di danaro. Poiché l’imputata ha anche altri procedimenti a suo carico (fra cui un’ipotesi di stalking a carico di Andrea M., tutelato dall’avv. Sonia Negro), il giudice aveva ordinato una perizia: l’esito è che la giovane è in grado di intendere e volere. Ieri la condanna con rito abbreviato.

To Top