Cronaca Italia

Johnny lo zingaro catturato, tradito dalla postepay della sua compagna

Johnny lo Zingaro catturato, Giuseppe Mastini tradito una Postepay

Johnny lo Zingaro catturato, Giuseppe Mastini tradito una Postepay

ROMA – E’ stato l’utilizzo di una Postepay intestata alla compagna di Giuseppe Mastini detto Johnny lo Zingaro a portare gli investigatori a Siena. E’ quanto emerso nel corso della conferenza stampa di questa mattina per illustrare i dettagli del blitz che ha portato alla cattura di Mastini, latitante dal 30 giugno scorso.

La sua compagna, Giovanna Truzzi ha utilizzato la carta il 3 luglio per pagare la spesa e effettuare alcuni prelievi. Da qui le indagini si sono concentrate sul senese e per gli inquirenti è partito un duro lavoro per ricostruire i legami familiari della Truzzi e la possibile parentela con la sua omonima a Taverne d’Arbia. A complicare le ricerche l’etnia sinti a cui appartiene la famiglia Truzzi che rende difficile risalire ai certificati di nascita dai quali risultava che sia Giovanna sia Esterina fossero figlie uniche.

Una volta ricostruita la parentela tra la compagna di Johnny lo Zingaro con la sorella Esterina Truzzi, dopo alcuni giorni di appostamenti, gli inquirenti sono entrati in azione nella giornata di domenica per installare una telecamera nel giardino del condominio dove si trova la casa che ha ospitato Mastini.

Nella giornata di lunedì i poliziotti fingendosi da corrieri si sono presentati alla porta dell’abitazione per fare un sopralluogo per la consegna di un materasso matrimoniale che, come rivelato da un’intercettazione telefonica, era stato ordinato da Esterina Truzzi. Un escamotage che ha permesso agli agenti di vedere la dislocazione della casa dall’interno e accertare la presenza della compagna di Johnny lo Zingaro, Giovanna Truzzi.

To Top