Cronaca Italia

Knockout game in Friuli: arrestati tre giovani albanesi

Knockout game in Friuli: arrestati tre giovani albanesi

Knockout game in Friuli: arrestati tre giovani albanesi

SACILE (PORDENONE)  –  Il knockout game, il “gioco” che prevede di prendere a pugni una persona a casa in strada con un violento colpo sul volto, continua a fare vittime. Ma anche tra chi lo pratica. In Friuli Venezia Giulia tre giovani albanesi sono stati arrestati per aver colpito diversi connazionali e un rumeno, anche loro ventenni, con violenti pugni.

Le aggressioni “per gioco” risalgono al 24 febbraio scorso, riferisce il Gazzettino, quando i tre giovani,  Roland Lika, 21 anni, Bekim Mulaj, 22 anni, e Alexsander Zhava, 28 anni, hanno colpito tre albanesi e un rumeno tra i 22 e i 28 anni davanti al locale di Aviano “Bobe’s the Getaway”.

Subito sono scattate le indagini dei carabinieri, che hanno portato all’arresto dei tre. Uno di loro, Bekim Mulaj, irregolare in Italia, ha precedenti penali per rapina, porto abusivo di armi e lesioni personali.

San raffaele

 

Il Gazzettino ricostruisce quanto accaduto il 24 febbraio scorso:

Tre albanesi e un rumeno, di età compresa tra 22 e 28 anni, domiciliati rispettivamente a Pordenone, Maniago e Vajont, sono stati improvvisamente e brutalmente aggrediti, con violenza inaudita, da un gruppo di persone che, senza motivo, li ha colpiti al viso e al corpo, utilizzando anche tirapugni metallici. Gli accertamenti dei giorni successivi hanno confermato che si era trattato di un vero e proprio pestaggio.

To Top