Blitz quotidiano
powered by aruba

La Spezia: casa popolare “liberata”, disabile può tornarci

LA SPEZIA – La Spezia: casa popolare “liberata”, disabile può tornarci. Il disabile era rimasto fuori dalla casa che gli era stata assegnata perché in quell’alloggio popolare si era installata, illecitamente, una famiglia italo-marocchina. Ma per fortuna il legittimo assegnatario ha potuto far ritorno nella sua abitazione. E’ successo a La Spezia, come spiega Il Secolo XIX:

«Finalmente alla Spezia è stata ripristinata la legalità, il disabile legittimo assegnatario di una casa popolare che era stata indebitamente occupata, è potuto rientrare nel suo alloggio. Per questo non possiamo che esprimere soddisfazione per la risoluzione della vicenda, ma allo stesso tempo stigmatizzare con durezza quanto accaduto e fare in modo che non accada più». Lo dice l’asre regionale all’Urbanistica, Marco Scajola.

«La Regione Liguria, anche attraverso il Presidente Toti – dice Scajola – è immediatamente intervenuta, appena venuta a conoscenza della situazione assurda che si era determinata, ed era pronta a mettere a disposizione dell’uomo un nuovo alloggio, in attesa dello sgombero degli occupanti». In assenza dell’assegnatario la casa era stata occupata da una famiglia italo-marocchina con figli minori. Il nucleo familiare era stato poi allontanato dall’alloggio che era stato sequestrato. Ora il ritorno alla normalità.