Cronaca Italia

La Spezia, Fabiol Kycyku trovato morto in cava. Con lui un altro cadavere

La Spezia, Fabiol Kycyku trovato morto in cava. Con lui un altro cadavere

La Spezia, Fabiol Kycyku trovato morto in cava. Con lui un altro cadavere

LA SPEZIA – I cadaveri di due ragazzi sono stati trovati nella notte tra 24 e 25 maggio in una cava dismessa in località Acquasanta, nel Comune di La Spezia. Si tratta di due ragazzi albanesi e secondo una prima ricostruzione sarebbero caduti accidentalmente nella cava, precipitando per 40 metri e morendo. Uno dei due, Fabiol Kycyku, era ricercato da giorni dalla trasmissione Chi l’ha visto.

Secondo i primi accertamenti del medico legale, la morte risalirebbe ad almeno tre giorni fa. Sui corpi non sono state trovate ferite da arma da taglio o da fuoco. I due sarebbero precipitati in modo accidentale dalla soprastante strada litoranea che porta alle Cinque terre, dopo un volo di 40 metri.

Uno dei due giovani aveva 19 anni, si chiamava Fabiol Kycyku. Su di lui c’era una denuncia di scomparsa. I familiari, che vivono alla Spezia, non avevano sue notizie da domenica scorsa. Sul caso sta indagando la Polizia.

Aggiunge Tiziano Ivani sul Secolo XIX:

A dare l’allarme è stato un loro amico, un ragazzo di origini albanesi che li è andati a cercare perché sapeva che avrebbero dovuto commettere dei furti da quelle parti. Soprattutto conosceva Fabiol Kycyku, 19 anni, l’unico dei due cadaveri riconosciuto con certezza, del quale era stata presentata una denuncia di scomparsa proprio domenica scorsa. L’amico non aveva più notizie di lui e ha cominciato a sospettare che potesse essere accaduto qualcosa di brutto.

All’Acquasanta, piccolo borgo alle porte della città, nessuno aveva notato nulla di strano. «Sapevamo di un tentativo di furto, avvenuto sabato, lungo la Litoranea, ma mai avremmo pensato che potesse accadere un fatto simile», spiega un pensionato che vive proprio nelle vicinanze della cava.

To Top