Blitz quotidiano
powered by aruba

Lana, aggressione neonazista davanti a discoteca Exclusiv

LANA (BOLZANO) – Aggressione di stampo probabilmente neonazista davanti alla discoteca Exclusiv a Lana, in provincia di Bolzano. Secondo i testimoni, gli estremisti avrebbero colpito con mazze e chiavi inglesi i ragazzi di una comitiva che si professa antifascista.

Racconta Simone Facchini su L’Alto Adige:

Tutto ha inizio quando un gruppo di una decina di giovani, fra i quali due ragazze e alcuni minorenni, decide di terminare la serata ballando. È uno di loro a ricostruire l’accaduto, ricordando che verso le 4, quando la comitiva lascia la discoteca, all’uscita viene apostrofata da un gruppo di una dozzina di persone che identifica come neonaziste, così inquadrate per i saluti hitleriani, per via dell’abbigliamento e perché si tratterebbe di volti conosciuti per le idee di estrema destra. Pare anche che fra di loro vi sia qualcuno coinvolto nell’operazione Odessa, che nel 2008 portò a parecchi arresti in ambienti naziskin.

Il motivo dell’aggressione sarebbe riconducibile a ragioni politiche: pur affermando di non appartenere ad alcuna fazione, i componenti del gruppo contrapposto ai neonazi si considerano antifascisti e in quanto tali, secondo i neonazi, meritevoli di volgari epiteti. Sarebbero volate offese reciproche sfociate in una colluttazione in cui ad aver la peggio è stato un giovane, al quale un colpo ha provocato la rottura degli occhiali e un taglio al volto. Quando sembrava che i buttafuori potessero placare gli animi, sempre stando al racconto di uno dei giovani, uno dei buttafuori si sarebbe schierata dalla parte dei neonazi. Proprio il buttafuori coinvolto è stato subito «licenziato» dal gestore della discoteca. A nessuno, pare sia venuto in mente di allertare le forze dell’ordine.