Cronaca Italia

L’Aquila, 24 famiglie evacuate dalle case costruite dopo il sisma

L'Aquila, 24 famiglie evacuate dalle case costruite dopo il sisma

L’Aquila, 24 famiglie evacuate dalle case costruite dopo il sisma

ROMA – Sono state evacuati 24 alloggi del progetto “Case” di Coppito 2, a L’Aquila, le abitazioni costruite dopo il sisma del 2009. All’origine dell’ordinanza di sgombero il danneggiamento delle travi strutturali in legno, a causa di infiltrazioni di acqua.

A constatare i problemi sono stati i tecnici del Comune, scrive News Town, che nei giorni scorsi hanno effettuato un sopralluogo in seguito al quale è stato immediatamente disposto lo sgombero: le 23 famiglie residenti della Piastra 1, 67 persone in totale, sono temporaneamente ospitate all’hotel Amiternum. Sul posto, oltre ai tecnici, sono intervenuti i Vigili del Fuoco e la dirigente Comunale Enrica De Paulis.

Come scrive il Capoluogo, a richiedere un intervento dei tecnici erano stati alcuni residenti che avevano udito dei rumori sospetti provenire dalle pareti delle abitazioni. Il sopralluogo ha rivelato che a causa delle abbondanti e prolungate infiltrazione d’acqua la struttura portante degli alloggi è a rischio stabilità. Tutte le famiglie evacuate hanno trovato una sistemazione alternativa provvisoria, anche se in questi giorni ci sarà l’incontro decisivo con gli uffici dell’assistenza alla popolazione: gli sfollati potranno scegliere tra gli alloggi liberi in altre piastre del progetto Case.

San raffaele

Realizzato dopo il terremoto del 6 aprile 2009, il progetto ‘Case’ fu avviato dal governo Berlusconi. Diciannove case costruite in tempi record, per un totale di 4.450 appartamenti, costati un miliardo di euro. Gli alloggi, nei periodi di massima emergenza, hanno garantito ospitalità fino a 15mila persone. Alcuni anni fa erano crollati dei balconi del progetto Case di Cese di Preturo.

To Top