Cronaca Italia

Campo Felice: elicottero 118 precipita vicino piste, tutti morti. Soccorreva sciatore ferito

Campo Felice: elicottero 118 precipita vicino piste. Soccorreva sciatore ferito

Campo Felice: elicottero 118 precipita vicino piste. Soccorreva sciatore ferito (foto Ansa)

L’AQUILA – Un elicottero del 118 è precipitato vicino L’Aquila, tra il capoluogo e Campo Felice. L’elicottero sarebbe caduto in fase di recupero di un ferito su un campo da sci a Campo Felice. A bordo sei persone, tutte morte. L’elicottero sarebbe precipitato da un’altezza di 600 metri. Delle squadre di soccorso sarebbero partite ma per la nebbia non sono riuscite a localizzarlo subito. L’elicottero caduto è stato avvistato in località Vecchia Miniera dopo più di mezz’ora.

L’elicottero, distrutto, è caduto a circa un chilometro dalle piste da sci di Campo Felice. Lo riferisce Mauro Cordeschi, direttore degli impianti di Campo Imperatore, che ha raggiunto la zona coi soccorsi. ”I soccorsi sono arrivati, si vede solo una macchia nera – riferisce – ma non è una bella situazione a vedersi”.

L’elicottero è scomparso dai radar in provincia de L’Aquila. Secondo le prime informazioni, il velivolo avrebbe lanciato il segnale di crash mentre si trovava in località Casamaina, nel comune di Lucoli, nei pressi della piana di Campo Felice. Alcuni testimoni dicono di aver sentito un boato.

Era un normale volo di soccorso. Il velivolo non era infatti impegnato né per l’emergenza maltempo né per quella relativa al terremoto. Non faceva inoltre parte degli elicotteri che in questi giorni sono impegnati sulla valanga che ha travolto l’hotel Rigopiano.

Tutte morte le sei persone che erano a bordo, tra loro ci sono anche un medico e un infermiere. Del personale d’equipaggio del velivolo precipitato facevano parte il pilota, un tecnico e un operatore del soccorso alpino. A bordo anche lo sciatore prelevato dal velivolo per essere trasportato all’ospedale di L’Aquila. Si chiamava Ettore Palanca, 50 anni, di Roma. Si era fatto male sciando, procurandosi la frattura di tibia e perone.

Questi i nomi delle altre vittime: Walter Bucci, 57 anni, medico rianimatore del 118 Asl dell’Aquila, Davide De Carolis, tecnico dell’elisoccorso del soccorso alpino e consigliere comunale di Santo Stefano di Sessanio (L’Aquila), Giuseppe Serpetti, infermiere, Mario Matrella, verricellista, Gianmarco Zavoli, pilota. Bucci, De Carolis e Serpetti sono aquilani, Matrella è pugliese, e Zavoli è emiliano.

L’Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo ha aperto un’inchiesta sulla vicenda. L’Agenzia – che ha competenza specifica sugli incidenti aerei – ha già disposto l’invio di un proprio ispettore sul luogo dell’incidente.

L’elicottero, “con sei persone a bordo, stava rientrando dopo aver soccorso una persona infortunata”. L’Agenzia – conclude la nota – ha disposto l’invio di un team investigativo nella zona dell’evento, resa decisamente impervia anche dalle condizioni meteorologiche avverse”.

FOTO ANSA.

To Top