Blitz quotidiano
powered by aruba

Lecce: l’affamata di eros e il prete. Lui la denuncia per stalking

LECCE – Lei è un’affamata di . Lui è un prete. Lei si innamora di lui. Lui la denuncia per stalking. La donna ha infatti iniziato a tempestare il parroco del paese di sms, telefonate, messaggi su Facebook e inutili tentativi di seduzione, al punto che il sacerdote è costretto a denunciarla. La donna finisce in tribunale, accusata di stalking e ingiurie davanti al gip. La “storia d’amore” impossibile ha avuto come teatro un paese del basso Salento, dove la studentessa universitaria fuori corso risiede e il prete svolge la sua funzione. Lei ha 36 anni, lui 42.

Il rapporto inizia a fine 2014 come una normale conoscenza tra il sacerdote e una parrocchiana. Dopo le funzioni religiose i due si intrattengono spesso a chiacchierare e lo stesso fanno durante le gite organizzate dall’Azione cattolica, fino a che la donna decide di spingersi oltre e cercare l’approccio .

Come scrive Repubblica:

Il prete rifiuta le avances, però, e il diniego fa crescere la passione della spasimante, che inizia a tempestarlo di sms, telefonate e messaggi via Facebook. In qualche caso, stando alla denuncia dell’uomo, lo ricopre di ingiurie. Quei comportamenti esasperati sono finiti ora al vaglio del giudice dell’indagine preliminare, che dovrà vagliare anche una perizia – disposta dal pm – dalla quale emerge che la studentessa è affetta da un disturbo compulsivo di tipo erotico.

Proprio sulla scorta di tale evidenza, il magistrato ha chiesto l’applicazione di una misura di sicurezza, che consenta al sacerdote di recuperare la serenità. L’avvocato della 36enne, Walter Gravante, ha però fatto notare che un’eventuale interdizione risulterebbe ormai inutile, considerato che la donna non è più innamorata del prete.