Blitz quotidiano
powered by aruba

Lecco, cadavere di donna galleggia nel Lago di Como

LECCO – Il cadavere di una donna attorno ai sessant’anni che galleggiava nelle acque del lago di Como. Lo hanno avvistato alcuni passanti nella notte tra sabato e domenica sul lungolago Isonzo, a Lecco. La zona è centralissima e in quel momento c’era ancora tanta gente sulle rive del lago. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato e un’ambulanza inviata dal 118.

Il corpo della donna è stato recuperato e portato all’obitorio dell’ospedale Manzoni di Lecco. Sono in corso accertamenti da parte della Polizia per chiarire le cause del decesso.

Sul cadavere non sono stati trovati dei segni evidenti di violenza. La Procura di Lecco ha aperto un’inchiesta e il magistrato di turno, Cinzia Citterio, ha disposto l’autopsia. L’incarico sarà conferito lunedì e l’esame autoptico dovrà chiarire l’ora della morte e se la donna, dall’apparente età intorno ai 60 anni, è deceduta per annegamento oppure no.

L’allarme è stato lanciato dai passanti che poco dopo le 2 hanno visto il cadavere galleggiare sull’acqua a pochi passi da piazza Cermenati. Sul posto è giunta la polizia: gli agenti stanno ora raccogliendo elementi utili all’indagine e nessuna ipotesi viene esclusa.

Le piste su cui lavorano gli inquirenti vanno dall’evento accidentale al malore con conseguente caduta in acqua fino al suicidio. Si stanno prendendo anche in considerazione le denunce di scomparsa di donne delle ultime settimane.