Blitz quotidiano
powered by aruba

Lele Mora: “Fonderò un partito quando avrò scontato la pena”

ROMA – Lele Mora: “Fonderò un partito quando avrò scontato la pena”. “Ho già pronto tutto”, assicura Lele Mora mentre confida in tv all’inviato delle Iene che fonderà “un nuovo movimento politico”. Un nuovo partito cioè, di cui non è dato sapere valori e obiettivi, ma che sarà in pista non appena l’ex agente dei vip finito in disgrazia non avrà finito di scontare la pena residua dopo l’arresto per bancarotta e altre condanne varie, tra cui quella a sei anni per il processo Ruby bis).

Ora è affidato in prova ai servizi sociali: tre volte alla settimana va in furgone all’Ortomercato di Milano per recuperare fritta e verdura in esubero per consegnarla alle mense dei poveri cittadine. Lussi e serate vip sono alle spalle, ma echi del passato lo inseguono, dove son finiti tutti i soldi guadagnati? Il pensiero corre alle soffitte di Fabrizio Corona, ma Lele Mora, sollecitato da Giulio Golia, rifiuta paragoni: “Non ho case, non ho soffitte, non ho soldi. Non c’ho niente, non c’ho soldi. Se li avessi, te lo direi”.

Certo il nome di Fabrizio non lascia indifferente l’ex agente dei vip (che non può uscire da Lombardia e Veneto né può lavorare, come misura restrittiva, nell’ambito dello show business. E’ lui l’amore della sua vita, indovina facile Golia.

“Certo. Un amore che è finito però, un amore al quale io ho dato tanto, non a livello di soldi. L’amore non si compra. Il ‘lui’, davanti alla gente, quando veniva a casa tutti i giorni, l’ha sempre ammesso lui, se vedeva qualcosa che gli dava fastidio, diceva: ‘Tu chi sei che ti permetti di sederti al mio posto? Sai che questa è casa del mio fidanzato?’. Poi per scherzo, per verità, per interesse, per amore, per passione, è stato furbo, ha carpito tutto, come funzionava un sistema. Non ho mai tenuto tutto per me. Certo, sono uno che non si fa fot…e, hai capito? Lui ci è riuscito. In tutti i sensi, non in quel senso là”. (La Repubblica)