Blitz quotidiano
powered by aruba

Lerici, coppia di anziani tenta di togliersi la vita: lei muore, il marito no

LA SPEZIA – Una confezione di farmaci vuota vicino al letto, una donna di oltre 80 anni morta e il marito di 90 anni in condizioni disperate. Una coppia di anziani ha tentato di togliersi la vita nella loro casa di Lerici, in provincia di La Spezia, ma lei è riuscita nell’intento mentre il marito lotta ancora tra la vita e la morte in ospedale. A trovare la coppia e a dare l’allarme la mattina del 9 ottobre una nipote che era andata a trovarli. Nessun biglietto per spiegare il gesto, ma per gli inquirenti si tratterebbe di un tentativo di suicidio dettato dall’età e dalla depressione.

Tutto è cominciato quando un nipote della coppia è andato a trovarli stamani nella casa di Lerici, piccola perla incastonata nel golfo della Spezia. Ha bussato, ha suonato, ha fatto squillare il telefono poi il loro silenzio l’ha convinto a aprire la porta con le chiavi di riserva. Quando li ha trovati, pallidi e riversi nel salotto di casa, ha chiamato subito i carabinieri e il 118. L’anziana donna era morta, forse da ore. Il marito invece respirava ancora ma era incosciente. La corsa all’ospedale della Spezia è stata determinate e ora l’anziano è in rianimazione, in condizioni critiche.

Subito sono scattate le indagini. Nessuna effrazione a porte e finestre, nessun segno di furto. Il medico legale che ha accompagnato i carabinieri nel sopralluogo non ha riscontrato ferite sul corpo dell’anziana signora mentre i vigili del fuoco hanno escluso che ci potesse essere stata una fuga di gas. Sono stati i militari a formulare l’ipotesi più probabile, quella del suicidio di coppia, trovando alcune scatole di medicine vuote vicino al corpo della donna.

Nessun messaggio, perché probabilmente non avevano nessuno cui indirizzarlo. Nessuna preoccupazione economica. Solo la tristezza, nella vita di quella coppia molto conosciuta in paese. Il magistrato di turno ha comunque disposto l’autopsia mentre si spera che l’anziano ex imprenditore possa riprendersi e sciolga gli ultimi dubbi. La casa dei due resterà per qualche tempo sotto sequestro, in attesa dell’autopsia e di capire se l’anziano ex imprenditore ce la farà a riprendersi. Per ora resta in coma all’ospedale con la vita appesa a un filo.