Blitz quotidiano
powered by aruba

Lite in strada con la fidanzata: polizia lo arresta. Aveva obbligo di firma

TORINO – Tradito da una lite in strada con la fidanzata: accade a Chieri, in provincia di Torino, dove un 28enne con obbligo di firma è finito in manette a seguito di un normale controllo. L’uomo, con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e ricettazione, era un sorvegliato speciale, con divieto di allontanamento dalla propria abitazione. La coppia ha attirato l’attenzione di una volante della polizia perché sorpresi a discutere animatamente per la strada.

Quando gli agenti si sono avvicinati per accertarsi che la lite non degenerasse, è saltata fuori la verità. Per prima cosa i poliziotti hanno chiesto ai due di esibire i documenti di identità. In un primo momento sembrava che il sorvegliato non li avesse con sé, ma ogni tentativo di eludere i controlli si è rivelato vano. Dopo ulteriori approfondimenti è venuto fuori che la ragazza ha provato a coprire il suo uomo, nascondendo i documenti nella sua borsetta. Una volta accertata l’identità del giovane gli agenti hanno così realizzato che nonostante il divieto di uscire di casa senza preavviso, si trovava fuori dalla propria abitazione.

Il giovane è stato tratto in arresto per il non ottemperamento del provvedimento e per aver tentato di eludere il controllo di polizia. Galeotto fu un banale litigio.


TAG: ,