Blitz quotidiano
powered by aruba

Lodovica Rogati, attrice del Giovane Montalbano rischia condanna per stalking

 

 

ROMA – Lodovica Rogati, l’attrice de Il Commissario Manara e il Giovane Montalbano, rischia una condanna a sei anni di carcere per stalking e calunnia nei confronti dell’ex fidanzato. L‘attrice e modella romana è stata accusata di aver minacciato di morte il suo ex fidanzato e di averlo calunniato e ora il pubblico ministero ha richiesto nei suoi confronti una condanna a sei anni di carcere.

 

La vicenda giudiziaria che vede protagonista Lodovica Rogati inizia il 1° agosto 2009, quando l’attrice si presenta dalle forse dell’ordine e denuncia un presunto stupro. La donna sosteneva che due uomini armati l’avevano obbligata a subire un rapporto e che uno di questi uomini era proprio il suo ex fidanzato, che si era macchiato anche del di traffico di droga.

Dalla denuncia della Rogati sono partite delle indagini, che hanno svelato come le accuse fossero false e così la stessa attrice si è ritrovata indagata con le accuse di stalking e di calunnia. Dopo le indagini infatti le forze dell’ordine hanno scoperto che l’attrice tempestava il suo ex fidanzato di telefonate ed sms con minacce di morte e così è finita a processo. Ora il pm ha richiesto una condanna a sei anni di carcere e per la sentenza del giudice bisognerà attendere il prossimo 3 novembre.

 

Immagine 1 di 10
  • Lodovica Rogati, attrice del Giovane Montalbano rischia condanna per stalking
Immagine 1 di 10