Blitz quotidiano
powered by aruba

Loretta Gisotti uccisa a martellate dal marito Roberto Scapolo

MILANO – Ha ucciso la moglie a martellate e poi l’ha strangolata nella loro casa di Laveno Mombello, in provincia di Varese, nella notte tra 15 e 16 luglio. Roberto Scapolo, 45 anni, è stato fermato dai carabinieri dopo aver confessato il delitto della moglie Loretta Gisotti, 54 anni. L’uomo l’ha presa a martellate e poi strangolata al culmine di una lite.

Secondo una prima ricostruzione, Loretta Goditi e il marito Roberto Scapolo erano nella loro casa e stavano litigando, quando il marito ha afferrato un martello e l’ha colpita almeno tre volte, poi l’ha strangolata. Nel passato della coppia non vi sarebbero episodi di liti violente.

Scapolo, un agente di commercio nel settore ottico, è stato fermato dai carabinieri e ha confessato il delitto. La donna era una makeup artist diplomata e quando i soccorsi sono arrivati sul posto era già morta. A chiamarli, dopo che suo marito si era costituito in caserma, sono stati i carabinieri.