Blitz quotidiano
powered by aruba

Luca Varani. “Manuel Foffo mi faceva paura”: lo dice la ex

ROMA – Manuel Foffo era aggressivo, soprattutto quando beveva e assumeva stupefacenti. Abbastanza aggressivo perché la fidanzata ne avesse paura. E’ quello che emerge dal racconto fatto ai pm dalla ragazza, ovvero l’ultima fidanzata di Foffo. I due hanno avuto una relazione tormentata finita nel novembre scorso. Chi indaga sulla morte di Luca Varani vuole capire soprattutto perché sia stato ucciso. Cosa nasconde la personalità di due giovani come Prato e Foffo e che ruolo abbiano giocato le sostanze stupefacenti assunte. Nel processo la battaglia tra difesa e accusa si giocherà con ogni probabilità su questo punto. Scrive il Messaggero:

La personalità di Manuel Foffo e Marco Prato saranno ricostruite anche attraverso le testimonianze degli amici e dell’ex fidanzata del primo. La procura di Roma vuole capire quale sia stata la scintilla che ha trasformato due giovani negli spietati killer di Luca Varani, il 23enne ucciso con trenta colpi di pugnali e coltello il 4 marzo. Così a breve saranno convocati nella caserma dei carabinieri di via In Selci alcuni frequentatori delle serate organizzate da Prato, qualche collega universitario, gli amici del muretto di Foffo, e le sue ultime fiamme. A partire dall’ultima fidanzata, rimasta sotto choc.

«Ho dormito nel letto con un assassino e non riesco a farmene una ragione» ha anticipato giorni fa al Messaggero. Sei mesi di relazione, un amore complicato, condito da qualche scappatella. Mesi insieme difficili da gestire (i due si sono lasciati a novembre). Manuel assumeva stupefacenti e, alcune sere, tornava ubriaco a casa. «Non era affatto facile e mi ricordo che in quei momenti era molto aggressivo – ha raccontato la ragazza – La sua era un’aggressività che mi spaventava». Ieri è stato anche sentito un amico di Foffo, conoscente della sua ex: a lui i carabinieri hanno chiesto se abbia mai preso parte ad un “festino” a base di droga e di e la risposta è stata negativa. Un altro aiuto alla procura per ricostruire l’indole dei due ragazzi sarà dato dalla criminologa Flaminia Bolzan che affiancherà il pm Francesco Saverio Scavo, anche durante gli interrogatori.

Immagine 1 di 8
  • Marco Prato, Luca Varani e Manuel Foffo
Immagine 1 di 8