Blitz quotidiano
powered by aruba

Ludopatia, soccorre motociclista, lo deruba e si gioca tutto al videopoker

SAN POLO D’ENZA (REGGIO EMILIA) – Soccorso un motociclista, poi lo deruba e si gioca tutto al videopoker. E’ accaduto a San Polo, in provincia di Reggio Emilia. 

Un giovane di 26 anni è stato denunciato dai carabinieri con l’accusa di furto e indebito utilizzo di bancomat. Secondo l’accusa il giovane, che ha confessato, avrebbe soccorso un motociclista di 60 anni durante un incidente. Ma prima di riconsegnargli il portafogli, avrebbe preso il bancomat e il bigliettino con il codice pin che l’uomo teneva nello stesso portafogli, riferisce la Gazzetta di Reggio. 

Quindi, in sei diverse occasioni, avrebbe prelevato 1.500 euro dal conto dell’uomo e poi si sarebbe giocato tutto al videopoker, perdendo l’intera somma.

Scrive La Gazzetta di Reggio:

L’uomo, un 26enne dipendente di un’azienda di soccorso stradale, è finito nei guai: i carabinieri l’hanno infatti denunciato alla Procura con le accuse di furto e indebito utilizzo di bancomat. Il derubato, un 60enne sanpolese, si è presentatoi ai militari segnalando il furto del bancomat e il conseguente “alleggerimento” del conto per 1.500 euro.

Alla fine i carabinieri di San Polo d’Enza sono riusciti, analizzando le immagini delle videocamere di sorveglianza dei bancomat degli istituti della zona, a risalire al giovane. Anche se durante i prelievi aveva l’accortezza di coprirsi il volto, infatti, una particolare malformazione alla mano con cui digitava il pin ha fatto sì che i carabinieri siano riusciti a risalire a lui.

Durante le perquisizioni in casa sua hanno trovato tutti gli indumenti utilizzati durante i vari prelievi: dal cappellino alle scarpe. Il giovane ha poi confessato tutto.


PER SAPERNE DI PIU'