Blitz quotidiano
powered by aruba

Lumezzane, studenti intossicati: scuola sgomberata

Sono 25 gli studenti che hanno avvertito malori e problemi respiratori in una scuola superiore di Lumezzane, in provincia di Brescia, il 26 gennaio

BRESCIA – Otto studenti in ospedale e 20 con problemi respiratori per una intossicazione. E’ accaduto il 26 gennaio in una scuola superiore di Lumezzane, in provincia di Brescia. L’edificio è stato sgomberato e i vigili del fuoco sono intervenuti per individuare le cause dei malori, che potrebbero dipendere da una bravata: forse una sostanza urticante a cui è stato dato fuoco in un bagno della scuola.

L’allarme è scattato poco dopo le 11 del mattino quando alcuni studenti hanno avvertito i primi malori. Poi l’intera scuola è stata sgomberata per consentire ai vigili del fuoco di ispezionare l’edificio. Sono in totale 25 gli studenti rimasti intossicati, tutti trasferiti al pronto soccorso in codice verde: undici a Gardone Valtrompia, sette ai Civili di Brescia, 3 a Città di Brescia. Altri quattro, minori, al Pronto soccorso pediatrico degli Spedali Civili di Brescia.

Il sito BresciaToday scrive che sul posto sono arrivate ambulanze, vigili del fuoco e carabinieri:

“La scuola è stata evacuata e i giovani soccorsi, nessuno dei quali sembra essere in gravi condizioni. Ancora da accertare le cause dell’intossicazione, ma pare che si tratti di una bravata: una sostanza urticante versata in bagno all’interno di un portasapone, a cui i ragazzi avrebbero poi dato fuoco.

L’istituto Tedoldi si trova in via Antonio Rosmini, nella frazione di Premiano: ci studiano ragazzi che vogliono conseguire la qualifica professionale di operatore elettrico, estetico, amministrativo o di sala/bar”.


PER SAPERNE DI PIU'