Blitz quotidiano
powered by aruba

Maestra su Facebook contro i migranti: “Ammazzate tutti i profughi”

VENEZIA – Una maestra che su Facebook chiede che tutti i migranti vengano uccisi e che spera che i profughi anneghino durante il loro viaggio verso l’Italia. Fiorenza Pontini, originaria di Venezia, è una insegnante che si è lasciata andare sul social network in commenti contro i bambini musulmani, definiti “futuri delinquenti da estirpare” e contro i migranti in arrivo, considerati “la peste del terzo millennio”.

Non mancano poi sulla sua pagina inni e lodi per Benito Mussolini, che venivano ripetuti in classe ai suoi studenti e le sono costati una denuncia da parte dei deputati di Sinistra Italiana, che chiedono indagini e una ispezione ministeriale urgente.

Il Gazzettino scrive che la maestra Pontini oltre a lasciarsi andare in insulti razzisti e augurare la morte a migranti e profughi, si lancia su Facebook in invettive contro Matteo Renzi e il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro. La donna, 59 anni, posta sul suo profilo social anche foto di cagnolini e di tavole imbandite:

“Peccato che la donna, 59 anni e due figli, esprima con assoluta naturalezza i suoi pensieri, secondo le accuse, anche davanti agli alunni del liceo Marco Polo in cui insegna. A denunciare il caso sono stati oggi i deputati di Sinistra Italiana Giulio Marcon e Celeste Costantino, chiedendo indagini e un’ispezione ministeriale urgente. Dalla dirigenza scolastica regionale si smentisce che qualcuno, sino ad ora, abbia segnalato comportamenti impropri dell’insegnante”.


PER SAPERNE DI PIU'