Blitz quotidiano
powered by aruba

Mail da Guardia Finanza? Attenti, è ultima truffa online

ROMA – Se ricevete una mail dalla Guardia di Finanza che vi chiede i vostri dati sensibili fate molta attenzione, potrebbe trattarsi di una truffa. Se alcuni utenti sono caduti nella trappola, altri si sono accorti del tentativo di raggiro e hanno segnalato la mail sospetta alle autorità, che hanno avviato una indagine.

Il sito Leggo spiega che la mail arriva come notifica della Guardia di Finanza dall’indirizzo di posta elettronica gdf.gov.it@minister.com, creato proprio per somigliare a una mail di tipo istituzionale:

“Dall’indirizzo di posta elettronica ‘gdf.gov.it@minister.com’, creato ad hoc per somigliare ad una e-mail istituzionale con il metodo dello ‘spoofing’, viene richiesto il pagamento di 500 euro, da effettuare entro 48 ore tramite un conto aperto con Poste Italiane ad un beneficiario di nome ‘Guardia di Finanza’, a causa di una presunta evasione fiscale.

Niente di tutto questo è vero, dal momento che la Gdf utilizza solo posta elettronica certificata, ma qualcuno è caduto nell’ennesima truffa telematica. Il consiglio che dà la Polizia di Stato è ovviamente quello di ignorare questo genere di e-mail. Chi avesse però effettuato pagamenti o inviato documentazioni fiscali a questo indirizzo, invece, è invitato a segnalare il tutto al numero di pubblica utilità 117 o presso il Reparto della Guardia di Finanza più vicino”.


PER SAPERNE DI PIU'