Cronaca Italia

Maltempo, gelo artico sull’Italia. Prima neve a Bologna, possibile a Roma

Maltempo, gelo artico sull'Italia. Prima neve a Bologna, possibile a Roma

Maltempo, gelo artico sull’Italia. Prima neve a Bologna, possibile a Roma

ROMA – Una nuova perturbazione di origine artica arriva sull’Italia dal Mediterraneo occidentale e nelle prossime ore darà avvio a una nuova fase di gelo e neve, anche al Centro Sud, destinata a durare per buona parte della prossima settimana. Al mattino veloci nevicate fino in pianura su Toscana e Lazio, possibile anche a Roma. Piogge diffuse sul resto delle regioni con neve a quote collinari,

Prima spolverata di neve su Bologna domenica mattina, fortunatamente senza disagi per la circolazione. La società Autostrade per l’Italia segnala nevischio sul tratto appenninico dell’Autosole, sulla A13 Bologna-Padova fra il capoluogo emiliano e Altedo e sulla A14 tra Bologna e Castel San Pietro.

In Campania la Protezione civile ha diramato un nuovo avviso di avverse condizioni meteo per piogge e temporali con conseguente criticità idrogeologica di colore Giallo valevole per la giornata di domenica e fino alle 6 di lunedì mattina. L’allerta riguarda la gran parte del territorio inclusa la città di Napoli e la fascia costiera. L’avviso del Centro Funzionale regionale evidenzia “precipitazioni da sparse a diffuse a locale carattere di rovescio e di isolato temporale, anche di moderata intensità” nonché “possibili grandinate” per le seguenti zone: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno, Monti Picentini; Alto Sele; Piana Sele, Alto Cilento; Basso Cilento

I fenomeni più intensi e insistenti sono quindi previsti in “Campania, nella Sicilia occidentale, nel sud delle Marche, in Abruzzo e dalla sera anche la Puglia”. Le temperature saranno per lo più in calo in tutta Italia. Nevicate sono attese “sopra i 700-900 metri in Sicilia, oltre i 400-600 metri su Campania, Basilicata e Sardegna e a quote inferiori nelle regioni del medio versante Adriatico, in Umbria e nell’interno del Lazio.

Venti intensi e gelidi un po’ dovunque e mari mossi o molto mossi. Onde fino a 4 metri in Sardegna e nel Canale di Sicilia. Pericolo valanghe, secondo il bollettino Aineva, lungo la maggior parte delle dorsali di confine e di grado 4 nel settore occidentale della Valle d’Aosta.

LUNEDI – Secondo Meteo.it, lunedì ci saranno poi nevicate fino in pianura su Romagna, Marche, Abruzzo e Molise, oltre 800 metri all’estremo Sud. “Dalla sera e nella notte non si esclude qualche fiocco di neve fino in costa su medio Adriatico, Romagna e anche sulla bassa pianura emiliana”. Al Nord il tempo sarà soleggiato ma le temperature subiranno un’ulteriore riduzione, così come in Toscana e nelle Marche.

Gelo e neve dovrebbero durare per gran parte della settimana, spiegano i meteorologi, “a causa del blocco della circolazione atmosferica che nel frattempo si attuerà a causa dell’espansione dell’Anticiclone delle Azzorre verso i Paesi centro- settentrionali del continente e la successiva saldatura con l’Anticiclone Russo-Siberiano”.

To Top