Cronaca Italia

Maltempo, grandine e trombe d’aria in Veneto: tre feriti

Maltempo, grandine e trombe d'aria in Veneto: un disperso e tre feriti
Maltempo, grandine e trombe d'aria in Veneto: un disperso e tre feriti

Maltempo, grandine e trombe d’aria in Veneto: un disperso e tre feriti

ROVIGO – Vento e grandine su tutto il Nord, tre feriti in Veneto, case scoperchiate e alberi sradicati. E ancora: allagamenti in Alto Adige, a Forlì il vento fa cadere una gru e a Firenze le raffiche causano la caduta di pietre dalle facciate di palazzi. Il primo bilancio del maltempo estivo che si è abbattuto sul Nord Italia è più drammatico di quanto forse inizialmente preventivato.

Una perturbazione atlantica continua ad interessare il Nord, con condizioni di marcata instabilità, piogge e temporali, specie sui settori alpini. Al sud si registra un deciso rinforzo dei venti. La Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteo avverse che integra ed estende quello di mercoledì e che prevede il persistere di precipitazioni su Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.

TROMBE D’ARIA IN VENETO, FERITI – Forti temporali, accompagnati da folate di vento, si sono verificati nel pomeriggio in tutto il Veneto. La situazione risulta particolarmente difficile nel veneziano, in particolare nelle aree balneari fra Jesolo e Punta Sabbioni, dove i vigili del fuoco stanno intervenendo per la caduta di alberi sulla sede stradale e lo sradicamento di alcune tende nei campeggi. Chiamate di soccorso sono arrivate anche da alcune località del Delta del Po, nel rodigino, colpite da una tromba d’aria che ha divelto pini secolari tra Rosolina, Porto Viro e Albarella.

Al camping Mediterraneo di Cavallino un tedesco è rimasto ferito in modo non grave. È stato soccorso nel suo camper, schiacciato da un albero. I problemi maggiori sono appunto a Cavallino-Treporti, area punteggiata di campeggi, dove sono state divelte tende e sradicati alberi e dove ci sarebbero tre turisti feriti, per quanto non gravemente. I soccorsi sono al lavoro, ma al rilento, perché le strade sono difficilmente praticabili a causa degli alberi caduti.

TRENI INTERROTTI – La circolazione ferroviaria è interrotta dalle 16.20 di giovedì tra le stazioni di S.Stino di Livenza e Portogruaro sulla linea Venezia/Trieste. Lo riferisce Trenitalia. Alcuni treni diretti verso il capoluogo giuliano stanno accumulando ritardi che arrivano a 30 minuti. Il guasto – riferisce Trenitalia – riguarda il sistema di distanziamento con i passaggi a livello.

Dalle ore 17:15 il traffico è inoltre sospeso a Latisana (Udine), per la caduta di lamiere sulla linea aerea. Altri disagi si registrano sulla linea ferroviaria Tarvisio-Venezia, dove dalle dalle ore 16:40 il traffico è sospeso fra Pordenone e Basiliano per la presenza di lamiere sulla sede ferroviaria nei pressi della stazione di Casarsa (Pordenone). Nessun treno è fermo in linea, ma è stata richiesta l’attivazione del servizio sostitutivo con bus. Infine, la linea Udine-Cervignano è interrotta dalle ore 17.10 per condizioni meteo fra Risano e Palmanova.

VIOLENTA GRANDINATA IN TRENTINO – Una violentissima grandinata ha interessato la vallata dell’Adige lungo l’asse che va da nord di Bolzano sino agli abitati di Laives e di Caldaro a sud del capoluogo, arrivando fino a Trento. La violenta tempesta, ieri sera, accompagnata da raffiche di vento ha causato la caduta di alberi che per un breve periodo hanno portato alla chiusura del traffico sul tratto ferroviario tra Bolzano e Merano. Debbono essere ancora valutati i danni ai meleti ed ai vigneti a nord di Trento, che potrebbero essere ingenti, visto che i chicchi di grandine in alcuni casi erano grandi come uova. Il violento temporale ha interessato anche la parte meridionale della val d’Isarco.

A FIRENZE CADONO PIETRE DALLE FACCIATE DEI PALAZZI – Un violento temporale si è abbattuto su Firenze causando caduta di alberi, di pietre dalle facciate di palazzi, allagamenti e black out. La Regione Toscana ha emesso un avviso per forte vento e temporali fino a domani sera, anche per la costa toscana. Il capoluogo è stato sferzato da pioggia mista a grandine per poco più di mezzora e la linea 1 della tramvia è rimasta bloccata per un blackout. Circa 80 le chiamate ai vigili del fuoco, ma non si lamentano danni a persone. A causa del temporale l’Opera di Santa Maria del Fiore ha chiuso, per motivi di sicurezza, l’accesso alla Cupola del Brunelleschi e al Campanile di Giotto per una trentina di minuti: le persone che si trovavano sui monumenti sono state fatte scendere e messe al riparo dentro la Cattedrale. Anche che due sale del Museo del Duomo sono state chiuse al pubblico momentaneamente a causa di un pozzetto che per le intense piogge non riceveva. Sempre a causa della forte pioggia qualche infiltrazione anche nella biblioteca Magliabechiana agli Uffizi: nessun danno però, si spiega dal museo.

 

To Top