Blitz quotidiano
powered by aruba

Maltempo Liguria, rischio frane e temporali: 3 famiglie sgomberate a Genova

GENOVA – Una pioggia torrenziale si è abbattuta nella notte tra 21 e 22 novembre sulla provincia di Genova e tre famiglie sono state allontanate dalle loro case per il rischio frane e per l’incendio causato da un fulmine. Tutta la Liguria è nella morsa del maltempo, con i violenti temporali arrivati da lunedì sera, e la Protezione Civile ha diramato l’allerta arancione sul territorio. Anche nella provincia di Imperia sono state segnalate diverse frane, soprattutto lungo la strada statale 28 nei pressi di Pontedassio.

A Genova gli smottamenti hanno interessato la frazione di Crevari, dove due scuole sono rimaste chiuse martedì mattina e tre famiglie tra via Costa d’Erca e via Fabbriche sono state allontanate dalle loro case. Uno smottamento ha provocato la parziale chiusura dell’ex strada provinciale che collega i comuni di Mele a Masone, dove la carreggiata è percorribile solo su una corsia.

Un fulmine ha poi colpito una casa mandando in corto circuito la lavatrice e causando un incendio alle 3.45 del mattino. La famiglia, composta da padre, madre e figlio, ha abbandonato in fretta la casa in via Voltino che era stata invasa dal fumo, mentre nella zona infuriava un violento temporale che aveva trasformato le strade in fiumi. Marco Piccardo, 37 anni, ha dato l’allarme e polizia e vigili del fuoco sono intervenuti e hanno aiutato la famiglia a trovare una sistemazione.

A causa dell’allerta arancione diramata nella notte tra 21 e 22 novembre, a scopo precauzione è stata chiusa la statale Aurelia fra Arenzano e Genova nel tratto interessato da una frana. Gianni Crivello, asre della Protezione Civile stamani alle 8 ha spiegato che “la zona più battuta è stata la val Cerusa”. Frane a San Carlo di Cese e a Fiorino. Stamani le piogge hanno colpito il centro di Genova dove i corsi d’acqua sono monitorati in modo costante dai vigili urbani e operatori della protezione civile.

Nella provincia di Imperia, due smottamenti si sono verificati anche tra Perinaldo e Vallebona e hanno interessato la strada tra Seborga e Negi e una strada privata al di sotto della chiesa di Isolabona. In entrambi i casi sono intervenuti gli uomini della locale Protezione Civile.

A Pontedassio, nell’immediato entroterra di Imperia, due macigni sono scesi dalla parete rocciosa, ingombrando parte della carreggiata della vecchia statale 28 che è stata chiusa al traffico a scopo precauzionale, visto il movimento franoso ancora in corso. Sul posto sono interventi i vigili del fuoco. Soltanto per un caso fortuito, in quel momento non transitavano veicoli nella zona.