Blitz quotidiano
powered by aruba

“Mamma insopportabile”: evade da domiciliari per il carcere

SASSUOLO (MODENA) – Agli arresti domiciliari per furto, evade per andare in carcere: troppe le liti in casa con la madre. Protagonista della vicenda un giovane di 18 anni di Sassuolo, in provincia di Modena, arrestato per furti in diverse auto della cittadina.

Il giovane, condannato ai domiciliari, ha deciso di evadere pur di tornare in carcere. Aveva provato a spiegare la propria situazione ai carabinieri, ma invano. Così ha fatto l’unica cosa che gli avrebbe garantito di nuovo una cella: è evaso dai domiciliari nella casa dei genitori. Poi si è consegnato ai carabinieri che lo stavano cercando. E a quel punto per lui si sono aperte le porte del carcere Sant’Anna.

La vicenda è raccontata dalla Gazzetta di Modena, che ricorda come il giovane

“era già stato avvisato ed era consapevole dei rischi a cui andava incontro, me evidentemente s’era creata per lui una situazione talmente insopportabile che, piuttosto che questa continuasse, ha preferito andare in cella.

Con ogni probabilità, come del resto asseriscono i carabinieri, così ha pensato e così ha deciso questo diciottenne: lì in carcere non avrò nulla a che fare con mia madre.

Strano ma vero: un giovane che per arresto e furto a causa di furti e spaccate sulle auto era stato condannato agli arresti domiciliari, è evaso una seconda volta, si è fatto sorprendere dai carabinieri finendo in carcere a causa dell’incompatibilità col genitore. Da quello che infatti ha fatto capire ai militari dell’Arma che lo hanno rintracciati in breve, quello era il suo scopo: andare via di casa, anche in carcere, pur di allontanarsi dalla madre con la quale litigava continuamente”.

 


PER SAPERNE DI PIU'