Blitz quotidiano
powered by aruba

Manda video con la fidanzatina su Whatsapp per vantarsi con gli amici: rischia 5 anni

VENEZIA – Ha inviato un video agli amici per vantarsi delle sue prestazioni sessuali. Ora rischia una condanna fino a 5 anni di carcere. Protagonista un ventenne di Mestre, accusato di diffusione di materiale pedop0rn0grafico. Il giovane si sarebbe infatti filmato mentre aveva rapporti intimi con la sua fidanzatina, all’epoca dei fatti ancora minorenne.

La notizia è riportata dal quotidiano Il Gazzettino. Il video sarebbe stato spedito su Whatsapp ad alcuni amici, il tutto all’insaputa della fidanzatina. In breve tempo sarebbe diventato virale, finendo sul web alla mercé di chiunque. Ad accorgersi del misfatto sarebbero state le mamme di alcune compagne di scuola della ragazza, che hanno immediatamente messo in guardia i genitori della stessa. Di qui è scattata la denuncia contro il giovane.

Il sostituto procuratore Laura Cameli, che coordina l’indagine, ha immediatamente bloccato la diffusione delle immagini e ha avviato le indagini. Secondo l’accusa non ci sarebbero dubbi sul fatto che a far partire le condivisioni del suddetto filmato sia stato il 20enne di Mestre. La legge è piuttosto severa su questo tipo di condotte, considerate alla stregua di uno sfruttamento di minori per finalità Sessuali. La pena va da uno a cinque anni di reclusione, è punibile anche la sola detenzione di video pedop0rn0grafici.


TAG: