Cronaca Italia

Mano morta sul bus? Se non chiedi subito aiuto, non è reato

Mano morta sul bus? Se non chiedi subito aiuto, non è reato

Mano morta sul bus? Se non chiedi subito aiuto, non è reato

VICENZA – Vi è mai capitato di avvertire una palpatina indesiderata mentre eravate sul bus? Se sì affrettatevi a chiedere aiuto, altrimenti non è più reato. Lo ha stabilito il Tribunale di Vicenza che ha archiviato la denuncia fatta da una studentessa nel 2012. La giovane, all’epoca 22enne, subì molestie da un pensionato di Vicenza mentre si trovava sull’autobus. L’uomo l’avrebbe palpeggiata sulle natiche e sulle cose, ma la giovane si prese alcuni giorni prima di recarsi in Procura a sporgere denuncia.

Secondo quanto riporta il Giornale di Vicenza, i magistrati hanno preferito derubricare le accuse della giovane perché, a quanto pare, avrebbe dovuto chiedere aiuto sul momento. Ad avviso della corte avrebbe dovuto chiedere di fermare l’autobus o chiamare immediatamente la polizia, una volta messasi in salvo.

Altrimenti la mano morta resta impunita perché non ci sono abbastanza requisiti per attribuire il fatto al presunto molestatore. Il pensionato è stato perciò prosciolto da ogni accusa.

To Top