Cronaca Italia

Mantova, l’Sos delle ostetriche: “Allattano al seno e vengono cacciate”

Mantova, l’Sos delle ostetriche: "Allattano al seno e vengono cacciate"

Mantova, l’Sos delle ostetriche: “Allattano al seno e vengono cacciate”

MANTOVA – La denuncia è delle ostetriche mantovane: “Riceviamo tante segnalazioni da parte di donne a cui viene proibito allattare al seno in luogo pubblico”. Per promuovere un cambio di rotta, prima di tutto culturale, le ostetriche, in collaborazione con vari altri partner, hanno organizzano l’evento “Libere di allattare”: quattro appuntamenti dal 30 settembre al 7 ottobre.

A fare il punto è Daniela Mantovanelli, presidente del collegio delle ostetriche di Mantova: “Nel corso dell’ultima stagione estiva, così come negli scorsi anni, abbiamo ricevuto varie segnalazioni, da parte di donne e mamme con figli in tenera età: spesso, purtroppo, l’allattamento al seno viene stigmatizzato e impedito nei luoghi adibiti ad uso pubblico come piscine e ristoranti”.

“Con rammarico – dice la Mantovanelli – apprendiamo che il mancato rispetto nei confronti di questa pratica viene sovente motivato con la presunta violazione di norme igienico-sanitarie e del buon costume. Vorremmo però ricordare che il latte materno è una sostanza sterile, contenente anticorpi antibatterici ed antivirali. E soprattutto ci domandiamo: nel 2017, una madre che allatta il proprio neonato può ancora essere considerata un’offesa al senso del pudore?”.

To Top