Blitz quotidiano
powered by aruba

Marco Sacchi, operatore Rai, morto in incidente a Palermo

Il giornalista Marco Sacchi, 60 anni, cineoperatore della Rai Sicilia, è morto in un incidente stradale a Palermo. Sacchi era su uno scooter e in via Castelforte all’altezza del semaforo si è scontrato con una Volkswagen Lupo. Sono intervenuti i vigili urbani della sezione infortunistica e sanitari del 118 che hanno solo potuto constatare la morte del giornalista.

Scrive Francesco Patanè su Repubblica Palermo:

Sacchi era noto per avere ripreso per primo le immagini della strage di Capaci, il 23 maggio del 1992: era giunto sul luogo dell’attentato a bordo di una Vespa e nei giorni scorsi, in occasione dell’anniversario dell’eccidio, aveva raccontato questa terribile esperienza professionale.

Sacchi aveva lasciato la sede della Rai, in viale Strasburgo, intorno alle 17 dopo avere montato le immagini di un servizio girato oggi a Montelepre. La morte del giornalista ha suscitato grande dolore tra i colleghi di lavoro. L’edizione serale del Tgr della Sicilia è stata aperta con un brano della sua ultima intervista. Cordoglio è stato espresso dal presidente della Regione, Rosario Crocetta. “L’ho incontrato tante volte – ha detto – mentre faceva il proprio dovere per dare una corretta informa informazione al popolo siciliano. Sono veramente colpito ed esprimo le mie sentite condoglianze ai familiari di Marco Sacchi, alla sede Rai Sicilia, a tutti i colleghi di lavoro e a quanti gli hanno voluto bene”.

Anche il sindaco Leoluca Orlando ha ricordato di avere incontrato Marco Sacchi tante mentre svolgeva il suo lavoro. “Era un uomo e un professionista – ha aggiunto – di grande umanità e professionalità, testimone e narratore di tantissimi eventi cruciali della storia di Palermo e della Sicilia. Alla famiglia e a tutta la redazione siciliana della RAI esprimo la più affettuosa vicinanza mia personale e di tutta la Giunta comunale”.


TAG: ,