Blitz quotidiano
powered by aruba

Marco Tondat, il fratello: “Era emigrato per lavoro ed era felice”

DACCA – Marco Tondat aveva 39 anni e veniva da Cordovado, in provincia di Pordenone ed era padre di una bimba di 6 anni. Marco Tondat è una delle nove vittime italiane della strage di Dacca. A Dacca, capitale del Bangladesh, il friulano lavorava per lo StudioTex. Intervistato dal Gazzettino il fratello Fabio ha raccontato:

“Ci ha chiamati la Farnesina per ufficializzare il decesso”. Marco era nato a Spilimbergo (Pordenone), ma viveva a Cordovado. “Ci eravamo sentiti ieri mattina – ha riferito il fratello – doveva rientrare in Italia per le ferie e abbiamo concordato alcune cose, lo aspettavo per lunedì. Era un bravo ragazzo, intraprendente e con tanta voglia di vivere”. Fabio Tondat ha quindi spiegato che Marco “era partito un anno fa, perché in Italia ci sono molte difficoltà di lavoro e ha provato ad emigrare. A Dacca era supervisore di un’azienda tessile, sembrava felice di questa opportunità. A tutti voglio dire che quanto accaduto deve far riflettere: non è mancato per un incidente stradale. Non si può morire così a 39 anni”.