Cronaca Italia

Lecce: l’associazione anti-racket che arraffava i soldi pubblici. Arrestata Maria Antonietta Gualtieri

Maria Antonietta Gualtieri arrestata: frode sui milioni destinati alle vittime del racket in Salento

Maria Antonietta Gualtieri arrestata: frode sui milioni destinati alle vittime del racket in Salento

ROMA – Maria Antonietta Gualtieri arrestata: frode sui milioni destinati alle vittime del racket in Salento. La presidente dell’associazione che tutela le vittime di racket e usura arrestata, l’assessore indagato insieme a una quarantina di persone: a Lecce è dovuta intervenire la magistratura perché con la scusa del racket si arraffavano a man bassa soldi pubblici.

Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip di Lecce Giovanni Gallo hanno arrestato la presidente della Associazione antiracket Salento, Maria Antonietta Gualtieri, leccese, di 62 anni, ritenuta responsabile di truffa aggravata, peculato e frode nella percezione di fondi pubblici destinati alle vittime del racket e dell’usura. L’assessore al Bilancio del Comune di Lecce, Attilio Monosi (Direzione Italia), è invece indagato per concorso in truffa aggravata

Ammonta ad oltre due milioni di euro la somma che sarebbe stata indebitamente percepita dal 2012. La somma dei due milioni di euro è stata assegnata all’Associazione antiracket Salento dall’Ufficio del Commissario straordinario antiracket istituito presso il Ministero dell’Interno.

L’arresto rientra nell’operazione condotta questa mattina dai finanzieri che ha portato all’esecuzione complessivamente di quattro misure cautelari in carcere, di cui una ai domiciliari. E’ stata notificata l’interdizione dei pubblici uffici a sette dipendenti dell’ Associazione; 40 le persone indagate; sequestrata la somma di due milioni indebitamente percepita.

To Top