Blitz quotidiano
powered by aruba

Mario Biondo: fu omicidio? I pm sentiranno moglie showgirl

Mario Biondo: riaperto caso cameraman palermitano. La Spagna dice suicidio, i pm italiani vogliono sentire Rachel Sanchez Silva, la moglie conduttrice tv

ROMA – Mario Biondo, il cameraman palermitano, si suicidò a Madrid il 30 maggio del 2013: questo concluse la magistratura spagnola, quella italiana ha invece riaperto il caso per un supplemento di indagine. I pm palermitani andranno in trasferta in Spagna per diversi interrogatori, fra cui il più importante è quello della moglie, la nota conduttrice e showgirl Raquel Sanchez Silva (al suo attivo anche la conduzione di un’Isola dei famosi per Telecinco).

A sentire la madre di Mario Biondo, Rachel, 43 anni, non ha detto tutta la verità su quella notte (“Perché finora ha detto solo bugie”). A Chi l’ha visto?, qualche mese dopo i fatti, la madre accusava la donna di infangare la memoria di suo figlio. Troppe incongruenze sono emerse, a partire dal doppio nodo alla libreria (difficile da fare da solo) con cui Mario Biondo si sarebbe impiccato, secondo la versione spagnola dei fatti. Sul Corriere della Sera i dettagli rimossi di una notte tragica, di un rapporto complicato.

Mario e Raquel si erano sposati nel 2011, appena un anno prima della morte del giovane cameraman. I genitori e i fratelli di Mario ritengono che quella sera del 30 maggio «sia accaduto qualcosa tra i due». Dalle 21.30 fino all’una circa risultano diverse chiamate tra di loro. «Evidentemente avevano qualcosa da dirsi, di cui discutere», dice il padre. Dai dati ottenuti dalla Procura di Palermo, nell’inchiesta coordinata dai pm Gery Ferrara e Claudio Camilleri, si apprende che la notte della morte il giovane aveva ritirato al bancomat una cifra consistente che non è poi stata trovata in casa. Dai tabulati telefonici risulta che Mario ha chiamato tre volte uno spacciatore e poi ha chattato fino all’una su Whatsapp. (Corriere della Sera).

 

 


TAG: ,