Cronaca Italia

Marta Lazzarin, incinta, muore in ospedale col feto

Marta Lazzarin, incinta, muore in ospedale col feto

Marta Lazzarin, incinta, muore in ospedale col feto (foto Facebook)

BASSANO DEL GRAPPA – Morta a Bassano Del Grappa una donna di 35 anni, Marta Lazzarin, che era incinta al settimo mese. Anche il bambino è morto con lei. La donna, che era una blogger di viaggi, è arrivata in ospedale della città veneta in preda a febbre alta e dolori alla pancia.

Scrive il Corriere del Veneto che

il feto, con ogni probabilità, era già morto da qualche giorno. I medici l’hanno immediatamente ricoverata, ma le sue condizioni purtroppo si sono irrimediabilmente aggravate. La donna è stata rianimata per oltre due ore e verso le 19, dopo essere andata in arresto cardiaco, è stato dichiarato il decesso. Il direttore sanitario dell’ospedale, Enzo Apolloni, ha spiegato che la causa della morte potrebbe essere dovuta a un’embolia polmonare.

Il marito, Chris, attraverso la pagina creata con Marta, esprime tutto il suo dolore: «Il mio amore è mancata con il mio bimbo Leonardo che portava in grembo. Ciò che la rendeva più felice era donare a chi aveva più bisogno e nessun regalo era per lei più bello di quello. Continuerò a viaggiare con te nel cuore, mi piace pensare che tu possa vedere con i miei occhi i luoghi che hai sempre sognato.» I due, tra i fondatori di BlogDiViaggi, nel 2008 hanno affrontato il giro intorno al mondo tra Asia, Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti, e la Lazzarin aveva alle spalle un decennio trascorso a Londra.

Racconta Paola Gonzo sul Gazzettino:

La donna è stata quindi ricoverata e sottoposta ad una terapia antibiotica per la febbre in attesa dell’esito degli esami. Sono le 13.30 quando avverte le contrazioni, come da routine, che le avrebbero permesso di espellere il feto senza vita. Lamentando forti dolori, viene portata in sala travaglio dopo il consulto con l’anestesista. Alle 15 arriva anche il primario e si decide di attendere per l’espulsione spontanea del feto.

Attorno alle 17 la donna decide di andare in bagno e, una volta tornata, viene rivisitata. La situazione precipita verso le 17.45, quando la paziente diventa improvvisamente pallida, accusa mancanza di fiato e comincia a sudare. Subito viene allertata l’intera equipe medica ma, nonostante tutte le manovre di rianimazione, la donna va in arresto cardiaco e viene dichiarata morta attorno alle 19.10.

To Top