Blitz quotidiano
powered by aruba

Massa, all’esame di guida con l’auricolare. Ma era guasto: bocciato e denunciato

MASSA – Si è presentato all’esame per la patente con l’auricolare nell’orecchio. Per nasconderlo si era persino fatto crescere i capelli. Ma sul più bello la tecnologia lo ha tradito: la ricetrasmittente si è guastata, facendogli dare ben 21 risposte errate. Alla fine lo hanno bocciato e pure scoperto.

E’ accaduto alcuni giorni fa negli uffici della Motorizzazione Civile di Massa. Il protagonista è un indiano di 32 anni, residente a Brescia. A riportare la bizzarra vicenda è il quotidiano Il Tirreno:

Prima di entrare in aula ha testato l’apparecchio, che funzionava perfettamente. Il truffatore però non sapeva che gli agenti della stradale sono esperti nello smascherare persone come lui. L’ultima volta era accaduto appena la scorsa settimana, quando hanno pizzicato un cittadino del Ghana che si era presentato agli esami al posto di un altro.

Gli investigatori insospettiti per la presenza di un candidato residente a Brescia, hanno tenuto d’occhio l’indiano. E lo hanno visto armeggiare con un cellulare, indossare l’auricolare e nasconderlo sotto i lunghi capelli. Lui ha pure chiesto alla commissione di poter cambiare banco perché il sole lo infastidiva, in realtà si voleva sedere in un punto più nascosto da sguardi indiscreti. Non gli è andata bene.

Terminata la prova, i poliziotti lo hanno fermato, con l’intenzione di denunciarlo per aver truccato l’esame. Ma non lo hanno potuto fare. Lo straniero aveva commesso 21 errori, poiché la sua ricetrasmittente si era guastata. E’ tornato a Brescia in treno, e la sua condotta è stata segnalata dalla Polstrada alla Procura.