Blitz quotidiano
powered by aruba

Massimiliano Ventura trovato morto nell’Arno a Pisa

PISA – Un cadavere è stato ritrovato nel fiume Arno a Pisa. Il corpo, scrive il Tirreno, appartiene a Massimiliano Ventura, 34 anni, scomparso da San Giusto lo scorso 5 marzo. Sul posto sta operando una squadra di vigili del fuoco, insieme al personale del 118 e alle forze dell’ordine. Secondo quanto scrive l’Ansa, il corpo è stato avvistato da una persona che si trova all’interno di un cosiddetto ‘retone’, le case in legno un tempo usate dai pescatori per calare le reti sul fiume.

Il corpo non presentava da un primo esame ferite particolarmente evidenti. Secondo il personale sanitario intervenuto sul posto, il cadavere sarebbe rimasto in acqua diversi giorni e ciò ha reso complicato il suo riconoscimento. La vittima era vestita e indossava anche le scarpe.

L’ultimo avvistamento di Ventura era stato fatto poco dopo quando una telecamera di uno sportello bancomat lo aveva ripreso mentre effettuava un prelievo di 100 euro dal suo conto corrente bancario. La polizia nella sua abitazione aveva anche trovato un biglietto preoccupante nel quale chiedeva di non essere cercato. Il corpo è stato ripescato nel fiume nei pressi di un ‘retone’, le case in legno un tempo utilizzate dai pescatori, solitamente frequentato da suoi amici e familiari. Sul cadavere non sono stati trovati evidenti segni di violenza e Ventura indossava gli stessi indumenti con i quali si era allontanato.


TAG: ,