Blitz quotidiano
powered by aruba

Massimo Bossetti, Ester Arzuffi nomina periti all’insaputa del figlio

MILANO – Ester Arzuffi nomina nuovi tecnici per dimostrare l’innocenza del figlio Massimo Bossetti…ma lui, il diretto interessato, non ne sa nulla. Gli avvocati Claudio Salvagni e Paolo Camporini, difensori di Bossetti, condannato all’ergastolo in primo grado per l’omicidio di Yara Gambirasio, precisano che “da parte della difesa non è intervenuta alcuna nomina di alcun consulente diverso da quelli già noti”. Il riferimento è proprio all’articolo del settimanale Oggi che ha reso noto che la madre e la sorella di Bossetti avevano avviato un’indagine alternativa sul delitto affidandosi a due nuovi consulenti.

I nuovi consulenti hanno spiegato: “Su un punto siamo in disaccordo con i difensori: riteniamo che il Dna di Ignoto 1 trovato sugli slip e i leggins della vittima sia probabilmente di Bossetti ma abbiamo trovato riscontri molto forti su una possibile contaminazione”, spiegava uno dei due esperti nell’articolo.

Salvagni e Camporini osservano che “la descritta attività investigativa è avvenuta in maniera del tutto indipendente ed all’insaputa dei difensori e dei consulenti nominati” e “nessuna attività di sostegno o di supporto è stata fornita dalla difesa”.

“Tuttavia – aggiungono i legali – l’imputato e i suoi difensori restano aperti a valutare ed eventualmente sottoporre all’autorità giudiziaria ogni nuova emergenza, purché seria, sostenibile e lecitamente acquisita, nell’intento di contribuire al raggiungimento della verità che si è convinti non sia quella descritta nella sentenza recentemente depositata”.